Scottatura solare

Sintomi

Rossore nei punti esposti troppo a lungo al sole: viso, orecchie, dorso delle mani e dei piedi, collo e spalle.

Cause

Esposizione al sole troppo intensa, nessun cappello parasole, nessuna crema solare o abbigliamento che protegge dal sole.

Ecco come potete aiutare il vostro bambino

▲ Raffreddamento: in caso di scottatura solare di 1° e 2° grado (vedi «Ustione») portate subito il bambino all’ombra. Rinfrescate il punto bruciato con acqua fredda. Se necessario, mettete al bambino una T-shirt bagnata.

▲ Cura: incremate la parte bruciata con una lozione rinfrescante o idratante o con un gel.

▲ Liquido: date da bere al bambino molti liquidi leggermente salati (1 cucchiaino di sale in 1 litro d’acqua).

▲ In caso di scottatura solare, potete fare al bambino anche un bagno freddo con circa 30 tavolette di sale Schüssler n. 3 (Ferrum phosphoricum) e n. 8 (Natrium chloratum). Inoltre somministrategli ogni 15 minuti una delle due tavolette a turno.

Rimedi dalla drogheria

Omeopatia: spray per le scottature per utilizzo esterno. Cantharis o Hypericum aiutano a lenire i dolori dall’interno. Gel rinfrescanti e spray, tintura vegetale per le ferite, pomate Schüssler n. 8 e n. 3

Quando occorre andare dal medico?

▲ Scottature solari molto estese.

▲ Se a causa delle scottature solari si sono formate delle bolle o delle ferite superficiali aperte, rosse (a partire da ustioni di 2° grado), portate il bambino dal medico. Se sopraggiungono febbre, mal di testa, vertigini e vomito e c’è la minaccia di un colpo di calore, sono necessarie le cure mediche.