Mal d’orecchi

Sintomi

Mal d’orecchi medio-forte (pulsante, pungente). Il più delle volte è interessato l’orecchio medio. I bambini e i neonati girano la testa di qua e di là e mettono la mano sull’orecchio dolorante. Spesso è accompagnato da ➔ febbre medio-alta e inappetenza.

Il ➔ vomito può essere un altro sintomo. I bambini possono descrivere il dolore come ➔ mal di testa o ➔ mal di pancia.

Cause

In caso di raffreddore o di una tonsillite non guarita (➔ mal di gola) come conseguenza di malattie infantili quali scarlattina o morbillo, i batteri possono passare attraverso il naso nell’orecchio medio, dove scatenano un’infiammazione. Altre cause possono essere corpi estranei nel condotto uditivo, una lesione del timpano, infiammazioni ai denti o alle tonsille o un’infiammazione della ghiandola parotide (parotite). Cause più rare del mal d’orecchi possono essere un’infiammazione del condotto uditivo esterno, un accumulo di cerume o l’acqua che ristagna nell’orecchio dopo le immersioni.

Ecco come potete aiutare il vostro bambino

▲ Riposo e calore.

▲ Con ➔ raffredore concomitante, assicurarsi che il naso venga liberato dal muco.

▲ Un impacco caldo di cipolle può dare sollievo.

▲ Esistono delle gocce speciali per sciogliere l’eventuale cerume.

Rimedi dalla drogheria

Antidolorifici/antipiretici (supposte o sciroppo di paracetamolo), gocce omeopatiche per le orecchie, lavaggi nasali. Omeopatia: Apis, Lachesis, Mercurius, Aconitum; isopatia: Penicillium comp.

Quando occorre andare dal medico?

▲ Bambini sotto i 2 anni.

▲ Se la causa del mal d’orecchi è del tutto ignota, ad es. se si sospetta un’otite media.

▲ Se l’udito diminuisce improvvisamente.

▲ Se la febbre supera i 39 gradi.

▲ Se il condotto uditivo è infiammato e/o dal condotto fuoriesce del liquido.

▲ Se i dolori non migliorano dopo un giorno di autocura.

▲ In caso di lesioni di ogni genere, in particolare al padiglione auricolare esterno.

▲ Se nonostante l’autocura i dolori permangono o aumentano.